MENU

Siti naturalistici

Artegna | Colle di San Martino

 

È costituito da tre tipi fondamentali di roccia che si alternano fra loro in strati di qualche decimetro. Generalmente si tratta di arenarie e marne, occasionalmente si rinvengono anche conglomerati. Le arenarie si sono formate attraverso la cementazione di antiche sabbie marine, mentre le marne derivano da originarie argille. Circa 40 milioni di anni fa questa zona era caratterizzata da uno stretto bacino, delimitato dalle Prealpi Giulie in fase di sollevamento su un lato e da una rigida piattaforma calcarea coperta da un mare poco profondo sull’altro (Piattaforma Friulana). Le scarpate sottomarine erano interessate da numerose faglie lungo le quali si verificavano movimenti sismici che causavano ricorrenti frane. I materiali più grossolani, ghiaie e sabbie, si depositavano velocemente, ben prima di quelli più sottili come i limi e le argille. Per ogni frana si formavano così due strati: quello ghiaioso-sabbioso sottostante a quello limoso-argilloso. Ciò significa che a ogni coppia di strati corrisponde un singolo evento franoso.